Toscana Rosso IGT

Solo online
Masseto 2001
Massetto 2001
Tenute dell'Ornellaia
Il primo vino prodotto dal vigneto del Masseto è quello della vendemmia del 1986. Si chiamava semplicemente “Merlot”. Il nome Masseto è apparso in etichetta con la vendemmia del 1987. Masseto è un vino dalla grande e complessa personalità in cui la struttura notevole si combina sempre con una bellissima eleganza.

Le variazioni climatiche conferiscono a ogni annata di Masseto una sua “voce”, mentre il terroir e la dedizione costante dei talenti che lo creano, gli attribuiscono la sua personalità unica e senza tempo.

Così, ogni annata di Masseto è un tutt’uno con le altre, come un singolo capitolo di un intero libro.
Il vino
Masseto è un ‘Cru’ c
1.631,00 €
Solo online
Masseto 2003
Ultimi articoli in magazzino
Masseto 2003
Masseto 2003
Tenuta dell'Ornellaia


Nel 1981 che il marchese Lodovico Antinori, cugino di Piero Antinori, fondò la Tenuta dell'Ornellaia, nel cuore di Bolgheri, a pochi chilometri dalla costa mediterranea.
Con la prima vendemmia del 1985 nacque quello che diventerà un'icona tra i SuperTuscan: l'“Ornellaia”. Esso venne messo in commercio tre anni dopo, nel 1988.
Con l'inaugurazione dell’azienda, l'enologo di fama mondiale, Michel Rolland, inizia a occuparsi della parte tecnica di cantina.
Successivamente, negli anni ‘90 nascono le altre due etichette: "Le Volte" e "Le Serre Nuove". Agli inizi del 2000, Robert Mondavi, il grande produttore californiano, acquisisce la Tenuta, cedendon
1.150,00 €
Solo online
Castello di Ama L'Apparita 2009
Castello di Ama L'Apparita 2009
L’Apparita, primo Merlot in purezza prodotto in Toscana, è un vino culto sin dalla prima annata, il 1985. Posizionate alla sommità del Vigneto Bellavista, ad una altitudine di 490 metri s.l.m., si trovano le piccole parcelle che vanno a costituire la vigna L’Apparita per un totale di 3.84 ettari.

Impiantante nel 1975 con Canaiolo e Malvasia Bianca, sono state reinnestate tra il 1982 e il 1985 a Merlot, con il clone 342. La forma di allevamento a Lira Aperta e il terreno particolarmente ricco di argilla, fanno di questo piccolo cru un gioiello dell’enologia mondiale.
Vinificazione e affinamento
Le uve, raccolte in cassette, sono state sottoposte ad un ulteriore contro
249,00 €
Solo online
FATTORIA PETROLO Galatrona 2005 MAGNUM
Ultimi articoli in magazzino
FATTORIA PETROLO Galatrona 2005 MAGNUM
Galatrona Toscana Rosso Fattoria Petrolo
La tenuta


Da quattro generazioni appartenente alla famiglia Bazzocchi-Sanjust, la tenuta di Petrolo si estende su oltre 270 ettari.
Circa trenta sono attualmente vitati. Nel val d’Arno superiore, al confine tra l’area del Chianti Colli Aretini e quella del Chianti Classico, sin dalla seconda metà degli anni ’80, la cantina Petrolo produce vini di altissima qualità.
I filari sono condotti secondo le norme dell’agricoltura biologica.


I grappoli raccolti sono tutti concentrati, schietti ed equilibrati.
Rappresentano quindi un validissimo punto di partenza per ottenere etichette eccellenti.
In cantina, le fermentazioni sono svolte in vasche di cemento vetrif
331,00 €
Solo online
ISOLE E OLENA Cepparello 2016
ISOLE E OLENA Cepparello  2016
ISOLE E OLENA
Isole e Olena è la cantina gioiello di Paolo De Marchi a Barberino val d’Elsa.


Il nome dell’azienda si deve alla combinazione dei nomi delle due proprietà acquistate a metà del secolo scorso dalla famiglia De Marchi (di origine piemontese) in Toscana.

Paolo si trasferisce stabilmente a Isole e Olena nel 1976. E’ di quegli anni una profonda ristrutturazione dell’azienda improntata alla qualità e all’idea di mettere in condizione il territorio di esprimersi al meglio.

Risultati importanti hanno premiato e premiano tutt’oggi il lavoro di Paolo e il suo sangiovese. Nonostante i 50 ettari di vigneto, l’azienda è ancora oggi a conduzione
107,00 €
Solo online
MONTEVERTINE 2017 Doppio Magnum
Ultimi articoli in magazzino
Montevertine 2017 Doppio Magnum
Montevertine 2017 Doppio Magnum
MONTEVERTINE - LA STORIA






Montevertine è una località abitata fin dall’XI° secolo. Sono ancora visibili le tracce della costruzione originale, indubbiamente a carattere difensivo, trasformata successivamente in abitazione rurale. Montevertine è stata acquistata nel 1967 da Sergio Manetti, allora industriale siderurgico, come casa di vacanza.

Egli restaurò la casa rendendola abitabile e subito impiantò due ettari di vigna ed allestì una piccola cantina con l’idea di produrre un po’ di vino per i suoi amici e clienti. La prima annata prodotta, il 1971, era discreta e Sergio Manetti pensò di mandarne alcune bottiglie al Vinitaly di Verona tram
445,00 €
Solo online
Montevertine 2013 Magnum
Ultimi articoli in magazzino
Montevertine 2013 Magnum
Montevertine 2013 Magnum
MONTEVERTINE - LA STORIA






Montevertine è una località abitata fin dall’XI° secolo. Sono ancora visibili le tracce della costruzione originale, indubbiamente a carattere difensivo, trasformata successivamente in abitazione rurale. Montevertine è stata acquistata nel 1967 da Sergio Manetti, allora industriale siderurgico, come casa di vacanza.

Egli restaurò la casa rendendola abitabile e subito impiantò due ettari di vigna ed allestì una piccola cantina con l’idea di produrre un po’ di vino per i suoi amici e clienti. La prima annata prodotta, il 1971, era discreta e Sergio Manetti pensò di mandarne alcune bottiglie al Vinitaly di Verona tramite la Camera
223,00 €
Solo online
Montevertine 2016 Doppio Magnum
Ultimi articoli in magazzino
Montevertine 2016 Doppio Magnum
Montevertine 2016 Doppio Magnum
MONTEVERTINE - LA STORIA






Montevertine è una località abitata fin dall’XI° secolo. Sono ancora visibili le tracce della costruzione originale, indubbiamente a carattere difensivo, trasformata successivamente in abitazione rurale. Montevertine è stata acquistata nel 1967 da Sergio Manetti, allora industriale siderurgico, come casa di vacanza.

Egli restaurò la casa rendendola abitabile e subito impiantò due ettari di vigna ed allestì una piccola cantina con l’idea di produrre un po’ di vino per i suoi amici e clienti. La prima annata prodotta, il 1971, era discreta e Sergio Manetti pensò di mandarne alcune bottiglie al Vinitaly di Verona tram
397,00 €